Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Etruria, archiviazione per Pier Luigi Boschi. Falso in prospetto: Fornasari e Bronchi dal giudice

Marco Antonucci
  • a
  • a
  • a

Nell'ennesimo filone d'indagine aperto sul crac Banca Etruria, quello sul falso in prospetto e ricorso abusivo al credito relativo al collocamento nel 2013 delle obbligazioni subordinate poi azzerate dal decreto Salvabanche, la Procura di Arezzo ha chiesto l'archiviazione per l'allora ex membro del cda e poi vicepresidente della banca Pier Luigi Boschi, padre dell'ex ministro Maria Elena, e per gli altri componenti il consiglio di amministrazione che all'epoca guidava l'istituto di Via Calamandrei. E' stato chiesto invece il rinvio a giudizio per l'allora presidente Giuseppe Fornasari, il direttore generale Luca Bronchi e il funzionario David Canestri. L'udienza preliminare è stata fissata per il prossimo 6 dicembre davanti al giudice Fabio Lombardo. Fornasari, Bronchi e Canestri erano stati chiamati in causa, e poi assolti, nella vicenda dell'ostacolo alla vigilanza di Banca d'Italia. Intanto martedì 2 ottobre in tribunale ad Arezzo riprenderà l'udienza preliminare per il crac di Banca Etruria.