Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Traffico illecito di rifiuti nel centro demolizioni fallito

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Sequestrato centro di demolizione veicoli e raccolta e recupero rifiuti ferrosi sito ad Ambra, nel comune di Bucine. Le indagini condotte dal pm Angela Masiello hanno permesso di accertare che nonostante l'impianto fosse chiuso e sottoposto a ben due procedure fallimentari in realtà continuava stabilmente a ricevere e conferire rifiuti abusivamente e quindi senza alcuna tracciabilita'.  E' la prima volta che un centro sottoposto a ben due curatele viene scoperto in attività illecite.  Le indagini sono partite da un altro filone di indagine che nei mesi scorsi porto' alla chiusura di altro impianto sito in Castiglion Fiorentino. Stavolta preziosa è stata la collaborazione tra Carabinieri Forestali della Procura di Arezzo con i colleghi della territoriale di Bucine che hanno consentito lo svolgimento delle operazioni in sicurezza e serenità. Prima di apporre i Sigilli i Carabinieri si sono anche occupati di assicurare il benessere di 4 cagnolini che si trovavano all'interno del centro incaricando il custode dell'area di prendersi cura di loro con la massima diligenza.  I titolari delle SOCIETÀ fallite che continuavano a gestire l'impianto si sono visti recapitare anche un avviso di garanzia per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali. Le indagini proseguiranno nei prossimi giorni per accertare altre eventuali responsabilità. Il sequestro preventivo è stato effettuato dai Carabinieri della Sezione di PG della Procura di Arezzo in collaborazione con il Comando Stazione Carabinieri di Bucine su disposizione del GIP Ponticelli.