Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferito dalla lapide del defunto caduta in testa: è andata così. La foto

Il loculo dove la lapide veniva fissata

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Stava fissando la lapide di un defunto a un forno quando questa gli si è ribaltata pesantemente in testa ferendolo. L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio nel cimitero di Montagnano. Vittima un marmista di 74 anni, Agostino Bianconi, di Marciano, solito a lavori in questo camposanto avendo una propria ditta ad Alberoro. Subito accorsi i sanitari del 118 per le cure del caso, Bianconi è stato poi portato all'ospedale delle Scotte di Siena in codice giallo con l'ambulanza infermierizzata per trauma cranico non commotivo. Spettatore suo malgrado, assistendo impotente alla scena, il figlio del defunto, Marcello Gorelli, molto conosciuto a Montagnano. È proprio Gorelli, che da pochi giorni ha perso anche la mamma 99enne, che spiega: “Abbiamo fatto il funerale di mia madre, Nella Caneschi, da poco. Nel forno proprio accanto a lei c'è mio padre Giovanni. Dovendo fare la lapide per lei avevo deciso di rifarla nuova anche per il mio babbo in modo che fossero uguali”. Agostino Bianconi stava così posizionando la pesante lastra di marmo con la memoria di Giovanni Gorelli sul forno posto in terza fila e poi avrebbe dovuto occuparsi della tomba della signora Nella ma la prima gli è scivolata dalle mani sbattendogli sulla testa. A chiamare prontamente il 118 lo stesso Marcello Gorelli che era appunto sul posto al momento in cui si è verificato l'incidente. ARTICOLO COMPLETO DI SARA POLVANI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 30 MARZO