Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ragazza arbitro ferita, babbo di un calciatore a processo

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Ragazza arbitro rimase ferita dopo lo sfogo del babbo di un calciatore a fine partita e ora l'uomo finisce a processo per lesioni personali volontarie. La procura di Arezzo aveva intenzione di archiviare il caso, avvenuto a Monterchi, ma il giudice Fabio Lombardo ha accolto l'opposizione del legale che assiste la giovane. Quindi il pm dovrà formulare una imputazione coatta verso il cinquantenne che si rese protagonista del gesto. Irritato per l'ammonizione comminata al figlio, al termine di un incontro del campionato Giovanissimi tra squadre umbre, sferrò un calcio alla porta degli spogliatoi e la ragazza, all'epoca 16 anni, colpita dall'uscio finì a terrà. Dovette ricorrere alle cure dei medici per una lesione all'anca. Poi la denuncia e il procedimento. La ragazza arbitro è di Città di Castello e l'uomo di Bastia (è stato colpito da Daspo). Superata una fase di prostrazione, la ragazza è tornata ad arbitrare le partite di calcio. Dopo l'episodio molti illustri fischietti italiani le inviarono messaggi di solidarietà. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 7 MAGGIO