Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Indossa bandana e sciarpa al lavoro, operaio sospeso. "Ingiustizia"

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Indossa bandana e sciarpa sul posto di lavoro e viene sospeso dall'azienda per due giorni, senza retribuzione. Operaio di Nuove Acque grida all'ingiustizia e si rivolge all'avvocato. Succede ad Arezzo, dove Claudio Cincinelli, 59 anni, da venti dipendente della società idrica, si è visto recapitare una contestazione con addebito per il suo abbigliamento in servizio nel corso di una ispezione. Insieme ad altri operatori, colleghi e Carabinieri Forestali, lo scorso aprile doveva prendere parte ad una ispezione presso una azienda orafa a San Zeno. Gli venne fatto notare che doveva togliersi la bandana e la sciarpa non previste dalla divisa ufficiale di Nuove Acque, ma lui si sarebbe rifiutato. "Pioveva, mi dovevo proteggere, soffro di cervicale". E' così scattato il provvedimento perché il dipendente avrebbe contravvenuto alle regole che prevedono un preciso abbigliamento per motivi di "igiene e sicurezza" e riconoscibilità. Adesso con l'avvocato Daniele Occhini, che lo assiste, l'operaio ha impugnato la sospensione. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DELL'8 GIUGNO