Palio dei Rioni, così il trionfo del Cassero

CASTIGLION FIORENTINO

Palio dei Rioni, così il trionfo del Cassero

17.06.2019 - 09:08

0

Il Rione Cassero si aggiudica il Palio dei Rioni 2019, il 41° dell’era moderna, quella iniziata nel 1977. Al termine di una mossa estenuante, al calare delle prime ombre della sera, domenica 16 giugno a Castiglion Fiorentino è stato il cavallo Red Riu, montato dal fantino albanese Adrian Topalli, a terminare in testa i quattro giri di pista ed a portare al Cassero la vittoria. La classifica dei Palii vinti vede adesso Porta Fiorentina a quota 14, anche Porta Cassero con 14 vittorie, Porta Romana ferma a quota 13.

Giornata perfetta, dal punto di vista meteorologico, anche troppo calda, ma ci sta di questi tempi. Bella festa, dunque, in onore della Madonna delle Grazie, alla quale è dedicata la disputa del Palio dei Rioni Castiglionesi. Tanta gente, al mattino, alla S. Messa solenne nella Chiesa del Rivaio, e poi a seguire il corteo, con i cavalli e il Palio (dipinto quest'anno dall'artista Katia Pirozzi), fino al Palazzo del Municipio. Cassero costretto a cambiare la monta di riserva, dopo la caduta di sabato di fantino e cavallo nel corso del Paliotto: ingaggiata Shamera, con in groppa Jacopo Pacini, con destinazione la panchina. Novità più sostanziali a Porta Fiorentina, dove si decide di far correre Uccel di bosco e Ungaros e di tenere fermo Tiago Baio, previsto partente. Confermati invece entrambi i fantini arancio-verdi, Sebastiano Murtas e Andrea Chessa, sui quali si nutriva in giro qualche dubbio.

Bella cornice di pubblico, nel pomeriggio, a seguire il corteo storico per  le vie del vecchio borgo. Scroscianti applausi di castiglionesi e forestieri, poi il corteo da Piazza San Francesco al Parterre, nell'imminenza dell'orario della mossa. Premiato il corteggio di Porta Fiorentina, dalla giuria presieduta dalla Prof. Alberta Nunziati.

A gestire la mossa un volto nuovo per la pista del Parterre: Antonio Gagliardi, da Asti, che succede a Daniele Masala, il mossiere degli ultimi anni. Per la prima volta, in base al nuovo regolamento, il mossiere è stato scelto di comune accordo dai tre presidenti dei rioni.

Ingresso in pista dei cavalli alle 19, magari con qualche minuto di ritardo. Il sorteggio effettuato dal Magistrato del Palio, Alessandro Singali, utilizzando il canonico marchingegno concepito da Silvio Baldetti, assegna lo steccato a Porta Romana, che vi piazza Gavino Sanna su Quore de Sedini; a seguire il Cassero, con Valter Pusceddu su Qui Pro Quo, il cavallo vincitore degli ultimi tre Palii, poi Sebastiano Murtas su Ungaros, per Porta Fiorentina. Nello stesso ordine le altre tre monte: Simone Mereu su Rexy per Porta Romana; Adrian Topalli su Red Riu, per il Cassero; infine Andrea Chessa su Uccel di Bosco, per Porta Fiorentina. Ci vogliono più di dieci tentativi per arrivare alla partenza valida, con Valter Pusceddu, davvero il re della piazza a Catiglioni, che imperversa nell'area tra i due canapi cercando di annullare la posizione di vantaggio assegnata a Porta Romana dal sorteggio. A un certo punto, però, il Cassero, grande favorito per la qualità di cavalli e fantini, sembra cambiare strategia per la vittoria, puntando su Topalli-Red Riu, invece che su i superfavoriti Pusceddu-Qui Pro Quo. La mossa è vincente e il fantino albanese che parla il fiorentino piazza la partenza giusta e va subito in testa. Lo insegue Sanna su Quore de Sedini per Porta Romana, ma dopo un po' il cavallo sembra cedere e rallenta, tanto che Red Riu montato da Topalli vince senza ulteriori problemi, davanti a Porta Fiorentina e a Porta Romana.

Scene di giubilo sugli spalti bianco-azzurri, con il Presidente Michele Falomi che  brandisce il Palio e il vincente Capitano Mirko Baroncini che si gode il risultato delle sue strategie. Ringraziamento davanti all'immagine della Madonna delle Grazie, nella Chiesa del Rivaio, poi festa per le strade del rione. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Birra e salsiccia per Conte alla festa di Articolo 1-Mdp

Birra e salsiccia per Conte alla festa di Articolo 1-Mdp

(Agenzia Vista) Roma, 19 settembre 2019 Birra e salsiccia per Conte alla festa di Articolo 1-Mdp Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intevenuto a Unica, la festa di Articolo 1 - Mdp. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Alla Luiss il Master in Giornalismo e Comunicazione multimediale

Alla Luiss il Master in Giornalismo e Comunicazione multimediale

Roma, 19 set. (askanews) - Nasce all'Università Luiss di Roma il nuovo Master in Giornalismo e Comunicazione multimediale, che, in collaborazione con l'Ordine dei Giornalisti offre l'accesso al praticantato e agli esami da giornalista professionista con 11 borse di studio in palio. Alla presentazione, grandi firme ed ex allievi hanno raccontato il giornalismo del futuro. Nonché il direttore ...

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019