Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

OroArezzo, edizione 41 dal 18 al 21 aprile 2020. Nasce il "fuorifiera"

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

È l'Italia il punto di riferimento nel mondo per la produzione orafa di qualità, l'eccellenza del design e la raffinatezza della manifattura. Un primato che rende OROAREZZO un appuntamento atteso da buyers e operatori di tutto il mondo: la 41esima edizione tornerà in scena dal 18 al 21 aprile 2020 nei padiglioni di Arezzo Fiere e Congressi con le aziende top del settore. Il know-how tecnico e la capacità di innovazione degli orafi italiani è un valore aggiunto che troverà espressione nelle eccellenze imprenditoriali di tutti i distretti della penisola rappresentati in fiera: Arezzo, presente con il 50% degli espositori, Vicenza con il 30% circa, ma anche Torre del Greco, Firenze e Milano. Nel cuore del distretto orafo toscano, il maggiore in Europa per numero di aziende attive e volumi di export, la quattro giorni di OA 2020 si svolgerà sotto l'egida di Italian Exhibition Group. Il gruppo fieristico e congressuale che ha il suo quartier generale a Rimini ha infatti acquisito a fine 2019 (dopo tre anni di gestione) Oroarezzo e GoldItaly e organizza assieme agli eventi di Vicenzaoro il calendario dei principali appuntamenti nazionali del settore, affiancando le aziende ????italiane anche in quelli internazionali. Oroarezzo 2020 presenterà valide opportunità di business matching tra gli oltre 500 brand espositori e gli altrettanti buyers internazionali provenienti da oltre 90 Paesi, con un significativo incremento degli operatori esteri ?registrato nelle ultime edizioni. A supportare la visibilità della manifestazione sui mercati mondiali la solida partnership con MAECI - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane. Tre le aree espositive, espressione dei valori che hanno dato e continuano a dare forma alla manifestazione: creatività, innovazione e tecnologia, rappresentate dall'hashtag #artofmanufacturing. Il fulcro di OA 2020 sarà, per dimensioni e numero di espositori, l'area dedicata all'Oreficeria. Qui nella più alta espressione della produzione orafa dal design straordinario e dalla dirompente carica creativa, oltre agli elementi essenziali che compongono il gioiello: semilavorati, chiusure e montature destinati ai laboratori artigianali e alle aziende produttrici. L'area Cash&Carry, permetterà invece alle aziende italiane e straniere di vendere le proprie creazioni sul pronto in uno spazio dinamico rivolto ai retailer italiani ed esteri, che possono scegliere e acquistare un'ampia varietà di prodotti per il riassortimento primaverile ed estivo. L'Italia è anche il primo produttore al mondo di macchinari e tecnologie per la lavorazione orafa. A questa assoluta eccellenza sarà dedicata Oroarezzo Tech, la vetrina che con i suoi duemila metri quadrati e grazie anche alla partnership con AFEMO (Associazione Fabbricanti Esportatori Macchine per Oreficeria) permetterà di conoscere le innovative lavorazioni delle 70 aziende più importanti del settore. OA 2020 sarà anche piattaforma strategica per lo sviluppo della competitività delle nostre aziende orafe sullo scenario internazionale: tra le proposte in calendario un focus in collaborazione con le associazioni di categoria sul controllo della qualità dei processi produttivi approfondirà le procedure e le best practices legate all'auditing della filiera di produzione; l'obiettivo è supportare le competenze tecniche specifiche dei produttori su procedure sempre più richieste dagli importatori esteri. Il tema dell'innovazione sarà esplorato dal progetto Start Up & Carats: dopo essere stato lanciato con successo a Vicenzaoro January il mese scorso approderà a Oroarezzo per attivare ulteriori sinergie tra l'industria e le start-up più dinamiche. E ancora in fiera, il Concorso Premiere che da oltre 30 anni punta i riflettori sulla capacità tecnica, la spinta all'innovazione e la qualità della produzione orafa Made in Italy, coinvolgendo gli espositori nell'interpretazione di un tema al vaglio di una selezionata giuria presieduta da Beppe Angiolini, Presidente Onorario Camera Nazionale Buyer della Moda e Art Director di Oroarezzo e Gold/Italy. OA 2020 si incastonerà per la quarantunesima volta nella splendida città di Arezzo, candidata Capitale della Cultura 2021. Una città capace di coinvolgere aziende e visitatori internazionali in percorsi culturali suggestivi ed eventi d'intrattenimento che arricchiranno l'esperienza di visita con occasioni di networking in un fuorifiera dal ricco calendario.