michele cucuzza bianco e nero

Il duro rientro del prof

06.10.2017 - 13:06

0

“Per la mia casa in Indiana ho avuto il permesso di costruzione in 24 ore, qui ci sono voluti 4 mesi , relazioni geologiche, ambientali , carte a non finire”.
Michele Chiuini è da poco rientrato nella sua Perugia da docente universitario pensionato, dopo 28 anni trascorsi negli Stati Uniti.
Un’ottima occasione per un confronto tra i due paesi, su come sono cambiate le cose qua e là nel quotidiano, fuori dai luoghi comuni. 68 anni, ingegnere e architetto, moglie giapponese, un figlio in un ristorante macrobiotico a Città di Castello, l'altro anche lui ingegnere a Washington, il prof. Chiuini si racconta volentieri.
Gli States, avanzati tecnologicamente, erano il suo sogno giovanile. Ci è arrivato però solo 40enne, dopo anni passati in Gran Bretagna, dove ha insegnato architettura: l'università di Ball State, in Indiana, gli aveva offerto un posto di docente di composizione architettonica per un anno.
C'è rimasto fino al luglio di quest’anno, quando è andato in pensione.
“Un'esperienza molto positiva” racconta “ambiente di lavoro ottimo, molto spazio per le attività di ricerca oltre che per l'insegnamento, studenti di alto livello, paga buona, opportunità di viaggiare”.
La vita negli Stati Uniti? “Comoda, le cose funzionano, non ci sono i problemi burocratici che affliggono l'Italia, le transazioni sono molto più facili, le attività commerciali sono organizzate per soddisfare il cliente: se un prodotto preso al supermercato lo riporti indietro, ti restituiscono immediatamente i soldi spesi”.
L'Indiana è uno degli storici stati industriali d'America, quelli dai Grandi Laghi fino al Midwest, sedi dell'ormai famosa 'rust belt', le acciaierie e le fabbriche d'auto in buona parte in crisi, dove più consistente è stata la 'sorpresa Trump': “io ho votato Clinton” precisa Chiuini, che ha il doppio passaporto. “E' stata una svolta notevole, dovuta ai ceti emarginati e impoveriti da globalizzazione e delocalizzazione, tagliati fuori malgrado le aspettative suscitate da Obama”. Il rientro in Italia? “Soprattutto per ritrovare mia madre, le mie sorelle, i vecchi amici, di nuovo a casa mia. Ritorno felice, come immaginavo. Più difficili da sopportare pratiche e documenti che ti sono imposti per ogni cosa: tra balzelli e burocrazie tutto è costoso e lento. La carta d'identità non la dà più il Comune ma il ministero dell'interno, per avere la residenza ci sono voluti 60 giorni. Per aprire un conto in banca o operare on line, i passaggi di sicurezza richiedono tempi più lunghi che in America. Ci dovremo abituare”.
Com'è cambiato il nostro paese in quasi un trentennio?
“Per l'americano medio è sempre il Bel Paese dov'è invidiabile vivere. In realtà, oggi salta agli occhi la presenza diffusa degli immigrati, in Italia come in tutta Europa, anche se a Perugia, dove c'è maggiore assistenza, si nota meno. La giustizia è rimasta lenta, la pubblica amministrazione farraginosa, le tasse scoraggiano le piccole e medie imprese, e pure i dipendenti. La modernizzazione si avverte di più nelle reti di trasporto, ferrovie in testa. Con il mezzo pubblico, autobus compresi, bene o male in Italia si arriva dappertutto: negli States c'è sempre bisogno della macchina. Altre differenze: i servizi pubblici, almeno in teoria, accessibili a tutti, dalla sanità (negli Usa oggetto di grandi controversie) all'università: malgrado questo colpiscono i tanti giovani che vanno via in cerca di lavoro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Rapper slowthai sul palco con "testa mozzata" di Boris Johnson

Rapper slowthai sul palco con "testa mozzata" di Boris Johnson

Londra, 20 set. (askanews) - Ha causato polemiche ma anche una valanga di cuoricini su Twitter l'esibizione di slowthai alla cerimonia del Mercury Prize a Londra: il rapper britannico a torso nudo ha infatti terminato la sua performance - qui in alcune immagini della BBC - tenendo in mano una finta testa mozzata del primo ministro Boris Johnson e gridando "Fuck Boris Johnson". Applausi dal ...

 
Tommaso Paradiso da solista canta "Non avere paura" per Baby 2

Tommaso Paradiso da solista canta "Non avere paura" per Baby 2

Roma, 20 set. (askanews) - Dopo l'addio a sorpresa dei Thegiornalisti, Tommaso Paradiso annuncia via social il suo primo brano da solista condividendo un video in cui canta "Non avere paura". La canzone era stata anticipata dall'ex frontman del gruppo, che proprio nel momento di dire addio a Marco Primavera e Marco Musella, aveva scritto sui social che a breve sarebbe uscito un brano inedito ...

 
Selfie e applausi per Tim Cook, alla Apple festa per l'iPhone 11

Selfie e applausi per Tim Cook, alla Apple festa per l'iPhone 11

Roma, 20 set. (askanews) - Applausi, selfie e accoglienza da star a New York per il numero uno di Apple Tim Cook che ha festeggiato l'uscita ufficiale nei negozi del nuovo iPhone 11 davanti al mega store più famoso della città, il cubo trasparente sulla Fifth Avenue, insieme a dipendenti, passanti e fanatici del brand che non aspettavano altro.

 
"The Crown 3" dal 17 novembre, il teaser della serie tv

"The Crown 3" dal 17 novembre, il teaser della serie tv

Milano, 20 set. (askanews) - I fan della serie tv Netflix "The Crown" possono inziare il conto alla rovescia. La terza stagione della serie tv sulla vita di corte a Buckingham palace sarà disponibile sulla piattaforma streaming dal 17 novembre. Ecco il teaser dei nuovi episodi in cui a vestire i panni di Elisabetta II non sarà più Calire Foy, ma Olivia Colman.

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019