Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Porta Crucifera, stage da Marco Filippetti: "Ma la scottatura con il quartiere non è passata"

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Uno stage di pochi giorni a Narni per ricevere qualche dritta e perfezionare strategie in vista della ormai vicina Giostra del Saracino del primo settembre. E una trasferta da un ex di lusso. Adalberto Rauco e Lorenzo Vanneschi, i due giostratori titolari del quartiere di Porta Crucifera, sono stati così ospiti fino a domenica 11 agosto dell'ex giostratore e allenatore rossoverde Marco Filippetti. Sedute due volte al giorno e preparazione speciale tra la natura dell'impianto ex Scoccione, dove Filippetti - malgrado la rottura brusca subita dal quartiere cinque anni fa - ha messo a disposizione dei ragazzi aretini il suo tempo, la sua passione, ma anche tanta esperienza per affrontare la sfida al Buratto. E qualche tecnica speciale l'avrà sicuramente trasferita. “Certo, in tre giorni non si possono fare grandi stravolgimenti - ha raccontato Marco Filippetti, al termine dello stage - ma abbiamo fatto alcune cose per le quali i loro cavalli hanno subito avuto un beneficio.  Spero di aver dato loro un piccolo aiuto, creato un tassello da integrare al lavoro quotidiano che i giostratori fanno per preparare una Giostra”. Ma chiaramente c'è una nota dolente. “Se posso do il mio contributo - sottolinea Filippetti -. Ma, certo, la scottatura con il quartiere non è passata. Con loro rimane un cordiale distacco”.  ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA LUNEDI' 12 AGOSTO