Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo Fiere, piano industriale entro ottobre poi l'assemblea dei soci

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Mese denso per Arezzo Fiere e Congressi che, entro fine ottobre, oltre a celebrare la settima edizione di Gold/Italy, la fiera internazionale che si svolgerà dal 26 al 28, sarà chiamata a presentare anche il piano industriale per il rilancio della struttura. Con l'affidamento della società di via Spallanzani all'amministratore unico Sandra Bianchi - al timone del polo fieristico fino a fine anno, affiancata dai due super consulenti, il manager di Unoaerre e Chimet Luca Benvenuti e il commercialista senese Francesco Bonelli - la contabile fiorentina sta lavorando per predisporre il piano per garantire opportunità e sviluppo all'attività di Arezzo Fiere. Un piano industriale indispensabile, richiesto dai soci per dare una svolta alla struttura, sottoutilizzata nonostante le fiere orafe e i concorsi organizzati da Estar. In attesa della ricostituzione di un nuovo consiglio d'amministrazione, l'ultima assemblea dei soci aveva dato mandato a Sandra Bianchi di proseguire la sua attività almeno fino a fine 2019. Con l'impegno di predisporre piani industriali trimestrali, per monitorare passo dopo passo l'andamento economico e finanziario della struttura fieristica. A questo punto, il documento sarà presentato e pronto, almeno in bozza, entro la fine del mese. Per l'inizio di novembre, o al massimo entro la metà del mese, invece, sarà convocata la nuova assemblea dei soci, che dovrà varare il piano di rilancio. Un programma che però non conterrà soltanto progetti per l'implementazione delle attività da svolgere all'interno dei padiglioni di Arezzo Fiere ma anche, a quanto emerge, anche una ulteriore riduzione dei costi (dopo la prima sforbiciata già adottata dopo l'insediamento della contabile Sandra Bianchi). ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA MARTEDÌ 8 OTTOBRE