Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gettano sassi dalle mura di Anghiari, colpita un'auto. I residenti: "Più controlli"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Vandali in azione ad Anghiari. E non sono solo ragazzate. Per chi abita nella parte vecchia del paese, è un incubo che non conosce stagione. Estate e inverno. I residenti denunciano “ma qua nessuno fa niente”, dicono. E così i lamenti arrivano sui social e poi ancora di bocca in bocca. Qualcuno ha riconosciuto chi sono i vandali che si “divertono” a gettare sassi dalle mura di Anghiari. Alcuni di questi, la sera dell'ultimo dell'anno, hanno colpito un'auto che transitava. Ma non è solo questo, anche se potrebbe già bastare. “D'estate, per esempio - dicono chi abita nella parte vecchia del paese - tirano dalle mura i secchi d'acqua alle auto. Uno di questi ha colpito un passeggero dentro un'auto”. Per chi non conosce il posto, i ragazzi, alcuni anche minorenni, si appostano dove praticamente finiscono le mura antiche di Anghiari. Sotto c'è la strada, chiamata via dell'Infrantoio particolarmente ripida da dove le auto salgono. Alcune si fermano lungo le case che sono sulla salita o discesa, altri, proseguendo, possono uscire dal paese. L'auto che è stata colpita l'ultimo dell'anno stava tornando a casa. “Mia figlia ha sentito un botto - racconta la madre - e per fortuna non ha perso il controllo del mezzo. Ma putroppo non è la prima volta che accandono simili episodi”. Un altro residente racconta che durante l'estate una panchina venne completamente scardinata e gettata sotto le mura. ARTICOLO IN EDICOLA SUL CORRIERE DI AREZZO IL 5 GENNAIO 2020 E ON LINE