Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ingoiano "palline bianche" davanti ai carabinieri: sottoposti ad accertamenti per droga

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Due cittadini nigeriani sono stati fermati e controllati nelle prime ore del mattino di giovedì 30 gennaio da parte di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile. All'arrivo dei militari, questi ultimi hanno notato come i nigeriani, alla vista degli uomini in divisa, avessero ingoiato delle palline bianche che verosimilmente avrebbero potuto essere droga confezionata in dosi pronta per la vendita: da qui la decisione di perquisire la casa dove erano domiciliati, rinvenendo tre grammi di una sostanza chimica comunemente usata per “tagliare” le dosi di stupefacente, e di sottoporre, previo consenso dell'autorità giudiziaria, entrambi gli uomini ad accertamenti sanitari che permettessero di verificare cosa i due avessero ingerito. Proprio durante gli accertamenti sanitari al pronto soccorso, uno dei due uomini ha dato in escandescenza ed ha spintonato e strattonato i militari per cercare di non farsi sottoporre ad alcun tipo di analisi. I carabinieri sono stati costretti ad arrestarlo per resistenza a pubblico ufficiale ed a sottoporlo coattivamente agli accertamenti previsti come disposto dall'autorità giudiziaria. Gli esami strumentali hanno dato esito negativo nonostante, secondo l'equipe medica intervenuta, le radiografie effettuate sui soggetti avessero dato esiti compatibili con la possibilità che fossero stati ingeriti dei corpi estranei, che probabilmente si erano aperti nell'organismo dei due soggetti, senza particolari conseguenze.