Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, moglie e marito picchiati e derubati per strada. Paura al Giotto

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Prima ha spinto per terra lei per rubarle la borsa e poi ha dato un pugno sul viso al marito che la seguiva qualche passo più indietro. C.F., 76 anni, ha una prognosi di 45 giorni. Il braccio destro è spezzato in tre parti, ha sei punti di sutura e un ginocchio malandato. Il marito, G.G. di 80, se l'è cavata con meno. “Sono devastata sia fisicamente che moralmente”, racconta la donna ancora scossa. L'episodio è accaduto lunedì 27 gennaio nella zona Giotto. Un tempo quartiere tranquillo dell'Arezzo benestante, “oggi, purtroppo, non più così. Guardate quello che ci è accaduto”. E comincia a raccontare: “Insieme a mio marito abbiamo deciso di fare la nostra passeggiata. Intorno alle 20 il ritorno verso casa. Ad un certo punto incrociamo un uomo che mi prende la borsa e mi butta per terra e poi dà un pugno a mio marito. Un incubo". ARTICOLO IN EDICOLA SUL CORRIERE DEL 5 FEBBRAIO 2020 E ON LINE