Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Capitale della Cultura: i cinque testimonial

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Andrea Scanzi, Beppe Angiolini, i Negrita, Patrizio Bertelli e Mario Cassi. Sono loro i cinque testimonial scelti per rappresentare Arezzo Capitale della Cultura 2021. Insieme al Comitato promotore e organizzatore sono già al lavoro per il primo step che sarà lunedì 2 marzo. Roberto Barbetti, direttore della Fondazione Guido d'Arezzo è immerso tra carte e disegni per “presentare una proposta creativa che possa coinvolgere il maggior numero di soggetti”, dice. A spingere Arezzo come Capitale della Cultura per il 2021 ci sono tutte le componenti cittadine e della provincia. “Prima di tutto - spiega Barbetti - Abbiamo un Comitato promotore che è formato oltre che dal Comune anche dalla Diocesi, dalla Provincia, dal Polo Museale della Toscana, dalla Soprintendenza, dalla Camera di Commercio, dalla Fraternita, dalla Fondazione, Università e Biblioteca. A questi soggetti abbiamo aggiunto Ubi Banca, Rondine e la Scuola di Musica di Fiesole”. “C'è poi un Comitato organizzatore che si interfaccia con la Fondazione e del quale fanno parte anche i quattro capoluoghi delle vallate: Sansepolcro, Bibbiena, Cortona e Montevarchi. Ma non è finita, perché poi abbiamo altri soggetti". ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 19 FEBBRAIO E ON LINE