Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Fiera Antiquaria chiusa in anticipo: espositori in fuga, rabbia del Comune

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Fuga degli espositori dalla Fiera Antiquaria. L'esodo è iniziato già dalla sera di sabato 29 febbraio ma nella giornata di domenica 1 marzo è stato pressoché totale. Di fatto per la Fiera, è stata decretata la chiusura. Danno di immagine per la città di Arezzo, che mette a rischio la prossima edizione di aprile. Non sono note le motivazioni che hanno spinto gli antiquari a lasciare la città. Nessuna comunicazione è giunta da parte loro.  “È molto grave. Un brutto segno”, commenta l'assessore alla Fiera Antiquaria, Marcello Comanducci, “soprattutto dispiace perché l'impegno che abbiamo messo per salvare questa edizione della Fiera è stato tanto. Il sindaco Ghinelli si è preso delle belle responsabilità per poterla rendere possibile, nonostante il problema del Coronavirus. Questo è il ringraziamento che ci hanno dato. Vedremo cosa fare adesso”. In tutto gli espositori di questa edizione erano 200, di cui una cinquantina gli spuntisti. Lo scorso anno nello stesso periodo furono 230 ma due anni fa 180. Quindi l'edizione di marzo 2020 si presentava nella media. L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA LUNEDI' 2 MARZO 2020.