Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Fiera Antiquaria: ipotesi Prato per favorire il distanziamento sociale

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Fiera Antiquaria di Arezzo: aggiornato il regolamento. Eliminato il settore delle opere dell'ingegno dal gennaio 2021; la planimetria sperimentale diventa ufficiale; eliminata anche la carta di qualità e la manifestazione potrà dotarsi di un disciplinare con il quale regolare le modalità di entrata e di accesso e come effettuare il conteggio delle presenze per evitare che ci sia il fuggi fuggi degli espositori in alcune circostanze. Sono queste le principali e sostanziali modifiche con le quali l'amministrazione comunale di Arezzo intende adeguarsi ai cambiamenti normativi e dotare la fiera antiquaria più antica e famosa d'Itala di procedimenti maggiormente snelli, al passo con i tempi. “Ormai l'edizione di maggio è saltata. Quando ripartiremo sarà una fiera antiquaria diversa da quella che conosciamo. Ho forti dubbi che potremo organizzare quella di giugno. Se il governo a maggio si muoverà verso le aperture sarà comunque un percorso lento e graduale. Gli eventi, e le manifestazioni avranno regole ben precise che dovremo valutare se saranno possibili da applicare alla nostra Fiera Antiquaria a cielo aperto”. Per questo l'assessore Marcello Comanducci ha in mente un piano B. “Nel caso in cui non sia possibile rispettare le distanza per i vicoli del centro storico potremo scegliere di spostarci al Prato dove è più facile far rispettare le distanze e le misure di contenimento. La ritengo una soluzione che può consentirci di non rinunciare alla Fiera Antiquaria e perdere altre edizioni. A settembre la fiera antiquaria ai giardini del Prato sappiamo tutti quanto sia piacevole e quindi potrebbe essere una soluzione temporanea anche per le edizioni estive di luglio ed agosto. Valuteremo il da farsi nelle prossime settimane”. Intanto in consiglio comunale sono state approvate le modifiche di un regolamento vecchio di dieci anni.  L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ONLINE SABATO 25 APRILE 2020.