Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, ci sono posti per altri 110 infermieri. Grasso: "Nell'Aretino ne sono arrivati 200"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Sono 420 gli infermieri che hanno preso servizio nella Asl Sud Est, nel pieno dell'emergenza Covid. Duecento impiegati nell'Aretino. Considerato che la delibera prevede 530 assunzioni, ci sono ancora 110 posti. “Mi hanno appena comunicato dall'azienda che alcuni sono già reclutati, altri lo saranno entro la fine di giugno”. A parlare è Giovanni Grasso, presidente dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche. In questi mesi non si è fermato un attimo. Tra il coordinamento regionale e le donazioni che sono arrivate per chi è ancora in prima linea. “Sono contento - sottolinea - che il Coronavirus ha portato un riconoscimento della nostra professione, soprattutto dalla cittadinanza. E questo è decisamente importante anche per il futuro”.“Il Coronavirus ha accelerato i tempi di ciò che doveva essere già fatto. E cioè reclutare nuove leve. Negli anni - spiega Grasso - non c'era mai stato un turn over, cosa che avevamo sempre auspicato”.Il futuro, Grasso spiega: “Chi è stato assunto con il contratto a tempo indeterminato, resterà in carica. Siamo in attesa della graduatoria per la mobilità, che dovrebbe uscire a breve. Poi ci saranno quelli che hanno il contratto a scadenza che arrivano dalle agenzie interinali e infine le stabilizzazioni di contratto”. INTERVISTA COMPLETA SUL CORRIERE IN EDICOLA L'8 MAGGIO E ON LINE