Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anghiari, mancano le vocazioni e le suore vendono il convento. Prezzo 4 milioni e 400 mila euro

Il Cenacolo di Montauto

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Le vocazioni non ci sono più e le suore mettono in vendita il convento. Chi fosse interessato può andare sul sito immobiliare.it alla voce Casale Cappuccini Montauto di Anghiari. La struttura in oggetto - prezzo 4 milioni e 400mila euro - è il Cenacolo di Montauto, oggi scrigno di ricordi, un tempo residenza delle suore di Nostro Signore del Cenacolo. Circa tre anni fa, proprio per mancanza di vocazioni, le suore furono costrette a lasciare il convento, costruito nel 1550 e abitato da oltre cinquant'anni. Ma il Cenacolo è di proprietà dell'Ordine e dopo avere cercato - invano - di trovare un'altra soluzione, magari con un altro ordine, la struttura, lo scorso 15 di aprile, è stata messa in vendita sul sito immobiliare.it “In un quadro incantevole Vendita di Prestigioso Borgo Medievale, immerso nel verde, panoramico, posto sulle pendici del Monte Acuto in località Tavernelle, Comune di Anghiari (AR) situato tra il castello di Montauto e la Villa "la Barbolana", residenza storica posta lungo il percorso di San Francesco”. Comincia così il lungo annuncio dove si spiega che cosa andrà a comprare l'acquirente. Sono cinque i locali, più 48 camere da letto. E poi ancora tre bagni, cucina e 40 posti auto. Senza considerare poi che tutto intorno c'è un grandissimo parco. Il prezzo, come detto, è di 4 milioni e 400mila euro. A tessere le fila della trattativa è Jean Claude Ambrosini, immobiliarista di Roma. “Si tratta di una residenza molto particolare e carica di fascino - dice - E' decisamente un posto incantato che potrebbe diventare una residenza storica d'epoca”. Ma qualche acquirente si è fatto avanti? Ambrosini, per motivi di privacy, non può fornire queste informazioni, dichiara però che chi ha visto il Cenacolo è rimasto affascinato dal luogo.  ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE IL 20 MAGGIO 2020 E ON LINE