Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fase 2 Arezzo, le palestre riaprono il 25 maggio: sala pesi su appuntamento, lezioni all'aperto e orario 6-23

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Distanza di due metri, ingressi su prenotazione e capienza ridotta, uso di docce e spogliatoi ridotto al minimo, sanificazione continua anti-Covid: ecco le regole per la riapertura nella Fase 2 delle palestre e dei centri sportivi da lunedì 25 maggio ad Arezzo. La mascherina sarà obbligatoria in palestra? No, ma deve essere a disposizione. Non la si dovrà indossare durante l’attività fisica ma è obbligatoria per tutti gli spostamenti all’interno delle strutture. “Stiamo riorganizzando tutta la palestra per dare le distanze di sicurezza, sanificando i condizionatori e gli ambienti”, spiega Andrea Noto titolare, insieme ad Andrea Barbini, della palestra Space Centro Fitness in via Augusto Righi (zona Pratacci), una struttura da 1.400 metri quadrati, con una sala pesi importante e quattro sale corsi da 140 metri quadrati l’una, “Ci stiamo organizzando anche con la tecnologia. Sia per la sala corsi che per la sala pesi sarà obbligatoria la prenotazione. Massimo ci saranno tre allenamenti a settimana. Riempiremo le sale con torrette per sanificare gli attrezzi. Sarà aperto lo spogliatoio che è di 90 metri quadrati ma le docce, almeno per la prima settimana-dieci giorni, saranno chiuse. Anche noi si prova a partire e vediamo l’afflusso, ci ha chiamato finora tanta gente. Apriremo alle 6 del mattino e chiuderemo alle 23, ampliando quindi l’orario di apertura. Per ora partiamo, siamo un po’ fiduciosi. Ora sono 70 giorni che siamo chiusi, gli affitti ci sono sempre come le altre spese. Siamo vogliosi di ripartire. Ci stiamo preparando. Come palestra superiamo i mille abbonamenti attivi, sono circa 1.100 i pre-Covid. L’abbonamento è stato congelato per il periodo di chiusura e poi ripartirà. Abbiamo a questo proposito adottato delle strategie prevedendo tre opzioni: ‘dona i tuoi mesi di chiusura’, l’utente potrà decidere di aiutare la palestra versando comunque la sua quota di abbonamento anche per il periodo di chiusura e in questo caso riceverà dei gadget come un asciugamano o una spilla con il marchio della palestra; un voucher spendibile; l’allungamento del periodo di abbonamento. Entro il week-end uscirà l’applicazione per far sì che le persone possano prenotarsi settimana per settimana. Speriamo che i contagi non risalgano. Siamo in un Comune dove per fortuna ce ne sono stati pochi. Lavoriamo su corsi fitness e ora lavoreremo con un planning in cui metteremo dieci persone anziché trenta. Si faranno anche lezioni all’aperto il sabato. Sono sette anni che siamo aperti ad Arezzo. Il nostro è un ambiente familiare, frequentato da famiglie e da giovani”. L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ONLINE DOMENICA 24 MAGGIO 2020.