Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ordine pubblico: l'Arezzo sale in Questura

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Se la Viterbese salta per le “paturnie” del presidente Camilli passi, ma se il Perugia salta per una questione di ordine pubblico, allora l'allarme suona. Tanto che l'Arezzo ha chiesto con urgenza un incontro con il questore di Arezzo, Enrico Moja, e prima della pubblicazione dei calendari che avverrà giovedì 27 agosto. “Il pericolo – sottolinea il segretario Gianluca Zinci – è che la Questura possa vietare le trasferte ad Arezzo ai tifosi di Siena o Pisa e viceversa negare ai nostri le trasferte in queste città”. Dunque la società amaranto corre ai ripari prima che sia troppo tardi. “Vogliamo solo capire se la partita con il Perugia – sottolinea ancora Zinci – sia stata un fatto isolato, oppure no”. Per questo nei prossimi giorni il direttore generale dell'Arezzo Daniele Lami salirà in questura. I fatti sono ancora freschi e si riferiscono alla decisione di annullare l'amichevole con il Grifo di sabato 29 agosto in notturna. La partita, come ufficializzato proprio dalla società amaranto, non si gioca più per motivi di ordine pubblico. Pare che già su Facebook sia volato qualche insulto tra le due tifoserie e le due questure hanno deciso di annullare e di non mettere a repentaglio niente e nessuno solo per “un'amichevole”. “E' questo il punto – spiega ancora Zinci – Non sappiamo se si sia trattato solo di un episodio riferito a questa partita, oppure se non ci sono le condizioni, secondo la Questura, di potere giocare con i tifosi ospiti presenti anche le partite considerate ‘più a rischio'”. E poi ricorda: “I tifosi dell'Arezzo lo scorso anno hanno preso solo una multa per il lancio di un fumogeno. E' una tifoseria corretta e dispiacerebbe se vietassero le trasferte contro Pisa o Siena ai tifosi ospiti. La società ci rimetterebbe anche in termini economici”. L'incontro in Questura a questo punto potrebbe essere fissato per i primissimi giorni della settimana prossima. Il 27 ci sono i calendari e anche i gironi e non è escluso che il debutto amaranto, il secondo week end di settembre – la prima, cioè il 5 l'Arezzo gioca fuori casa – possa essere proprio contro una squadra toscana. Come accadde nel campionato di serie D 2013-2014 quando gli amaranto iniziarono al Comunale contro la Pistoiese. E intanto l'Arezzo che fa? Sabato 29 giocherà contro il Prato (orario da definire). Mentre sabato 22 la società sta cercando un altro avversario (e sarebbe il quarto dopo Cesena, Gubbio e Viterbese). Nel mezzo, il 26 agosto, a Tegoleto. Matrimoni, paturnie varie e ordine pubblico permettendo.