Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ragnatele sugli affreschi di Piero, aretino scrive al Ministro

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ragnatele sugli affreschi di Piero della Francesca. A segnalarle è un lettore del Corriere di Arezzo, aretino, appassionato di arte che con orgoglio l'altro ieri ha portato alcuni amici francesi nella basilica di San Francesco appunto per ammirare i dipinti conosciuti e stimati in tutto il mondo. Ignaro della “figura” che avrebbe rimediato. “Ho portato con orgoglio degli amici francesi ad Arezzo nella chiesa di San Francesco - dice Enrico Milani di Sansepolcro - per visitare il ciclo di affreschi della Vera Croce di Piero della Francesca. Purtroppo il peccato di orgoglio è stato punito immediatamente. Il lato destro (ed anche quello sinistro) dell'affresco quello dove Costantino dorme nella tenda sognando la croce, è ricoperto dalle ragnatele. Iniziano da altezza uomo e proseguono fino in alto. La stessa cosa sull'altro lato dell'affresco. Mi sono sentito mortificato come cittadino italiano nel vedere uno dei più grandi affreschi di tutti i tempi ricoperto dalle ragnatele.” Un episodio che ha fatto scattare la protesta del cittadino, che appena uscito dalla basilica si è recato al box office degli affreschi per raccontare quanto aveva visto insieme agli amici francesi. “Sono andato a protestare da due signore chiuse in un box con ben in evidenza la scritta "Ministero dei Beni Culturali" - continua il suo racconto Milani - ma le gentili funzionarie, mi hanno risposto che lo sapevano e che la cosa era stata già segnalata al Ministero (da oltre un anno), ma niente era accaduto. Sembra che per togliere le ragnatele ci vuole un restauratore.” Una risposta che non ha appagato Enrico Milani, che ha fatto una segnalazione scritta al Ministero dei Beni Culturali sulle ragnatele sul dipinto di Piero della Francesca. “Forse al Ministero si saranno confusi - dice - vista l'internazionalizzazione della cultura italiana con la nomina di venti direttori dei musei tra cui molti stranieri ed avranno capito che l'affresco è nel web. Fatto sta che le ragnatele quelle vere ricoprono un'opera inestimabile. Non voglio parlare dello stato delle opere al Louvre o alla National Gallery, ma per togliere delle ragnatele basta un panno, e se si vuole essere delicati ne fornisco uno di seta personalmente. In conclusione visto che sembra non sia possibile togliere facilmente queste ragnatele, chiedo di fare intervenire qualcuno e mettere fine ad uno scempio che nè Piero della Francesca nè l'Italia si meritano.” Al momento però niente è avvenuto. Dal box office fanno sapere che hanno in gestione la biglietteria e non la cappella e che per gli affreschi serve l'intervento di un restauratore.