Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Adama: dal barcone al gol. La storia del profugo calciatore

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Adama si fa un selfie come i calciatori. Ha gli occhi vivi e le cuffie di un telefonino che gli avvolgono il collo. Chi lo conosce dice che è solare, simpatico, anche se ancora l'italiano lo parla davvero poco. Anzi di meno. “E poi gioca che è una meraviglia”, sottolinea il diesse dell'Ut Chimera Mauro Lalletti. Adama Niang, classe 1991 è un giocatore dell'Ut Chimera. Uno che per arrivare a dare un calcio ad un pallone ha dovuto attraversare il mare. Con un barcone. La sua storia comincia così. Dal Gambia ad Arezzo dove vive in un centro di accoglienza diffuso che si chiama l'Albero del Pane e che a sede a Castel Focognano. Contro la Virtus Lignano (campionato di Terza categoria) ha segnato una doppietta e l'Ut Chimera è diventata campione d'inverno. La sua storia è incredibile e comincia in una notte.... articolo in edicola il 5 gennaio e on line http://edicola.corrierediarezzo.it/corriere/singol/arezzo/index.html