Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il vecchio Arezzo chiede 10 milioni alla Figc

Arezzo-Salernitana: partita

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Arezzo Calcio contro Figc. Non è finita, anzi. La vecchia società, trasformatasi in Ardesia - fallita nel 2011 - circa dieci anni fa aveva fatto causa alla Federazione Gioco Calcio. Chiedeva i danni per quella penalizzazione del giugno 2006 - l'Arezzo si ritrovò invischiata in Calciopoli e partì in serie B da -6 - che alla fine fu tra le cause della retrocessione dalla serie Cadetta alla serie C1. La vecchia dirigenza - in primis l'ex presidente Piero Mancini - non si è mai arreso. E quando si gridò all'innocenza dell'Arezzo Calcio, quell'Arezzo non esisteva più. Anche, forse, per colpa di Calciopoli. Trasformato nella società Ardesia che fallì nel 2011. Ma la causa contro la Figc è andata avanti. Per tutti i gradi della giustizia sportiva fino all'arbitrato del Coni. Ma nessuno finora ha riconosciuto i danni all'Arezzo che si aggirano "in circa 8/10 milioni di euro", dice l'avvocato Pierluigi Giammaria di Roma, esperto nel diritto sportivo. E così la causa contro la Figc va avanti. "L'Arezzo Calcio ha impugnato il lodo arbitrale (cioè la sentenza ndr ) del Tribunale di Arbitrato Nazionale dello Sport;dopo il fallimento, il giudizio è stato riassunto (proseguito ndr) dal curatore della società Ardesia". Udienza il 25 ottobre. articolo in edicola e on line http://edicola.corrierediarezzo.it/corriere/singol/arezzo/index.html