Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferretti: "Occasione persa e colpo di mercato in arrivo"

Mauro Ferretti

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Da una parte ci sono i tifosi che criticano i modi con i quali è stata annunciata la Giornata Amaranto. Dicono anche - e ci fanno vedere l'abbonamento - che questa non era stata preventivata al momento dell'acquisto. Dall'altra c'è un presidente che finora ha sborsato milioni di euro per tenere in vita i sogni amaranto, ma che si è visto quasi costretto a fare marcia indietro sulla Giornata Amaranto, indetta per domenica quando al Comunale ci sarà il big match Arezzo-Alessandria. “Non mi va di sentirmi dare del pezzente o del morto di fame”, dice Ferretti raggiunto telefonicamente. “E così ho deciso di non fare niente. Dopo tutti i soldi che ho messo per l'Arezzo, pensate che 15mila euro possano fare la differenza? Che c'entra, nessuno ci sputa. Ma non era questo il nostro obiettivo”. Ma anche se lo fosse stato, non sarebbe stato uno scandalo. La Giornata Amaranto o azzurra o rossoblu, si fa in tutte le società. Anche in serie D. E le società, di solito, la indicono per le partite di cartello. Come è Arezzo-Alessandria. Ferretti, insieme a tutta la società, l'avrebbe fatta soprattutto per un altro obiettivo: “Il senso di appartenenza. Anche attraverso la Giornata Amaranto - dice il presidente Mauro Ferretti - Si valuta quanto questa città sia vicina alla squadra. Quanto ami davvero questo Arezzo. Mi dispiace che sia andata così”. Ma nonostante tutto questo, il presidente Ferretti rilancia. Ad una settimana dalla fine del calcio mercato, il patron amaranto ha deciso di fare un ulteriore sforzo: “Ci sarà un nuovo colpo di mercato. In entrata, ovviamente. Ma non chiedetemi altro, perché non dico niente. E' questione di ore”. articolo in edicola e on line http://edicola.corrierediarezzo.it/corriere/singol/arezzo/index.html