Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Se l'Arezzo batte la capolista mi faccio biondo". Detto e fatto

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ci sono quelli che fanno i voti se l'Arezzo va in B e quelli che invece i voti li fanno se l'Arezzo batte la capolista. E se la batte, come l'ha battuta, poi i voti vanno rispettati da subito. Come ha fatto Giulio che lunedì subito dopo la vittoria contro l'Alessandria è arrivato al lavoro con una parrucca bionda. Qualcuno gli ha anche suggerito che è pronto per portare la lancia d'oro, ma lui da vero tifoso amaranto che mostra la tessera di quando non aveva nemmeno un pelo di barba, quella capigliatura se l'è tenuta per tutto il giorno (o quasi). In onore a quelle parole pronunciate la scorsa settimana. “Se l'Arezzo batte l'Alessandria mi faccio biondo”. E quando Polidori ha messo dentro il pallone, quel leggerissimo brivido è corso lungo la schiena. Ma Giulio non si è lasciato intimidire. Lassù, in Curva in mezzo a quei duemila ha sperato, gridato fino all'ultimo che l'Alessandria non pareggiasse e al triplice fischio insieme alla gioia sono tornate in mente quelle parole: “Se l'Arezzo vince mi faccio biondo”. E l'Arezzo ha vinto.  articolo in edicola e on line http://edicola.corrierediarezzo.it/corriere/singol/arezzo/index.html