Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Asilo di Matrignano, i genitori: "No alla chiusura"

Genitori in assemblea

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

La soluzione c'è, ma ai genitori ora interessa solo una strada: “L'asilo di Matrignano deve essere ristrutturato e deve restare aperto”. Lo gridano a gran voce durante la riunione che si è svolta mercoledì 22 marzo tra la dirigente scolastica Silvana Agostini e le famiglie dei 47 bambini (52 con i nuovi iscritti). “I nostri figli devono continuare a venire in questa scuola”, dicono le mamme. Ma il Comune ha pronta la soluzione che equivale a chiudere la scuola e a spostare i bambini alla Tricca. Ma se in un primo tempo i genitori avevano chiesto proprio questo, cioè di non separare i bambini, oggi invece puntano i piedi affinché la scuola di Matrignano non venga chiusa. “Abbiamo paura - dicono - che se la scuola verrà chiusa sarà presto abbandonata e non verrà più riaperta. Non vogliamo che questo accada. Noi abbiamo scelto di mandare qua i nostri figli, perché è un'oasi di pace, immersa nel verde. Perché non fanno i lavori previsti e perché non la riaprono a settembre?”. “Perché non si possono fare le verifiche - risponde l'assessore Tanti - quando la scuola è ancora aperta e i lavori richiedono più di tre mesi di tempo”. La paura però è che ben presto l'area sarà occupata dalle erbacce e che il plesso verrà dimenticato.  SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL 23 MARZO 2017