Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Galleria in centro, allarme degrado: "Terra di nessuno"

Le scritte sotto la Galleria

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Edificio bersagliato da frasi oscene e tag. La galleria che collega via Madonna del Prato a piazzetta Sopra i Ponti da tempo è stata trasformata in un emblema del degrado. Vetrine dei negozi, marmi, colonne e pareti sono pesantemente imbrattate a colpi di bombolette spray. Una situazione che continua a degenerare di giorno in giorno mentre sale la disperazione di chi attraversa il tunnel e di chi abita nelle vicinanze stanco di dover convivere con i quotidiani segnali di degrado. Lontani i tempi in cui in quella zona si attraversava per immergersi nel mondo dedicato alle novità cinematografiche e musicali. Adesso la musica è decisamente cambiata e in peggio. "Non ne possiamo più - lamenta un cittadino - di dover sopportare quello che accade senza poter sperare in una svolta". Il decoro è stato spazzato via da frasi, tag, offese indirizzate addirittura alla Polizia. Oltraggi a Pubblico ufficiale affisi con la vernice e monumenti oltraggiosi. "Sembra terra di nessuno" commenta un passante. La galleria è privata ma ad uso pubblico e la ripulitura pesa sulle tasche di chi è proprietario degli appartamenti, dei negozi e degli uffici. Cittadini costretti a dover mettere mano al portafoglio se intendono cancellare gli imbrattamenti ma che rischiano di veder vanificare in pochi istanti sia i soldi spesi sia la tinteggiatura e la pulizia dei marmi. Chi vive in zona lamenta tra l'altro la presenza di gruppi di giovani che giocano a pallone nella galleria e che stazionano tra i portoni e le scalinate. SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 2 GIUGNO 2017