Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giostra, 48 ore per scegliere il regista

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Le riprese televisive saranno curate da un service di Roma, ma ora c'è bisogno del regista. “Tra oggi e domani o al più tardi mercoledì arriverà anche quello”, sottolinea Roberto Barbetti direttore servizio cultura e turismo del Comune di Arezzo. “Il nostro obiettivo - prosegue - è quello di migliorare un lavoro già ben fatto lo scorso anno”. Un anno fa alla regia televisiva della Giostra del Saracino, c'era Francesca Montaini, aiuto regista della Rai. E quest'anno, perché non è stata riconfermata? “Perché il contratto della Montaini è scaduto dopo le edizioni del 2016 - dice ancora Barbetti - Ma non è detto che non potrà essere di nuovo lei”. A decidere sarà il Consiglio di amministrazione dell'Istituzione Giostra che dovrà scegliere un nome sicuramente da una rosa che ha già sul tavolo. Ma non sarà così facile. Ci vogliono caratteristiche precise. “Nella gara che abbiamo indetto per i service, cioè coloro che faranno le riprese televisive, ognuno ha messo sul piatto un proprio regista - sottolinea Barbetti - Ma quella che stiamo cercando è una figura che prima di tutto conosca la manifestazione”. “Non possiamo prendere una persona che arriva da fuori e che è completamente a digiuno di Saracino. La Giostra vive di tempi tecnici, di riprese azzeccate, di ciò che è opportuno inquadrare di più. Lo scorso anno i video che sono stati realizzati hanno ottenuto un bel successo e quest'anno vogliamo fare altrettanto. Anzi di più”.  SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 12 GIUGNO 2017