Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paura al Pionta: "Minacciati davanti a nostra figlia"

L'ingresso del Pionta

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Domenica 18 giugno da incubo al Pionta per una famiglia: offese e minacce cancellano “il diritto a portare i figli ai giardini” e così adesso sale la rabbia. L'ultimo episodio accaduto all'ingresso del parco Pionta ha dell'incredibile e rappresenta un campanello di allarme. “Erano le 18,30 di domenica- racconta una signora che preferisce rimanere nell'anonimato - e con mio marito e mia figlia stavano passeggiando nel parco, quando una persona di colore si è messo a fare la pipì sotto gli occhi della mia piccola bambina”. Un atto “schifoso” commenta la donna; una vera indecenza che rappresenta solo il preludio agli attimi di paura vissuti dopo. “Mio marito - continua la testimonianza - ha invitato gentilmente l'uomo a tirarsi su i pantaloni e ne è nata un'aggressione verbale seguita da offese e da minacce. In quattro lo hanno circondato”. “Ti taglio la gola”, “vi ammazzo” sono queste le minacce indirizzate alla famiglia terrorizzata. “C'è stato anche chi ha brandito un sasso”.  SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 20 GIUGNO 2017