Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ladri suonano alla porta, nessuno risponde ed entrano

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

La tecnica è nota, ma la paura è tanta. I ladri suonano il campanello e se in casa non risponde nessuno entrano. Per fortuna, nel fatto accaduto sabato 15 luglio, la padrona di casa è rientrata in tempo, ne ha visto uno, ha urlato e oltre a lui ne sono scappati altri due. Tre in tutto, come racconta il figlio, l'avvocato Francesco Lucacci. Il tentato furto è accaduto sulla collina di Poggiomondo a Staggiano. Tra le 19.30\20.30 di sabato scorso il campanello suona. In casa c'è un signore, costretto però a letto, perché malato. I ladri, perché è di loro che si tratta, insistono. L'anziano dice qualcosa, ma la voce è flebile e non arriva ai tre (che sono tre si scoprirà dopo) che pensano invece che la casa sia deserta. E così rompono un vetro della finestra che si trova al piano terra ed entrano. Adesso sono dentro casa. L'anziano di sopra non sente alcun rumore. E in un primo momento anche la signora, che quando rientra, intorno alle 20.30, nota solo che l'attaccapanni è stato spostato e che stranamente c'è una luce accesa nel ripostiglio. Corre in camera dal compagno e gli dice se ha sentito qualche rumore. E' a quel punto che lui racconta del campanello che suonava insistentemente. La donna torna di nuovo giù per le scale e intravede il ladro che si trova dietro il muro vicino alla porta del ripostiglio. Nota una corporatura robusta di una persona. I ladri sono ancora in casa. La donna comincia ad urlare e i tre scappano. ARTICOLO COMPLETO NELL'EDIZIONE IN EDICOLA IL 17 LUGLIO 2017