Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tassa sui fossi, ricorso perso. Cosa succede

default_image

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Tassa sui fossi: nuovo capitolo e nuovo contenzioso. Questa volta è il Comune di Arezzo ad aprire un ennesimo fronte “giudiziario” decidendo di presentare ricorso in Cassazione contro la decisione della Commissione tributaria di Firenze che, dando ragione al Consorzio di Bonifica guidato da Paolo Tamburini, aveva di fatto imposto a Palazzo Cavallo di pagare quei 95mila euro di bollettini che la giunta Fanfani aveva contestato. Sembrava un capitolo chiuso e invece la decisione della giunta Ghinelli riapre di fatto il caso. Il via libera al ricorso è arrivato lo scorso 11 luglio, al termine di una delle riunioni dell'esecutivo di Palazzo Cavallo. Poche settimane prima era stata notificata la decisione della Commissione tributaria regionale, il secondo grado di giudizio per quanto riguarda i ricorsi sulla tassa sui fossi, che aveva stabilito - ribaltando il verdetto di primo grado - che quei 95mila euro il Comune di Arezzo è tenuto a versarli all'attuale Consorzio di Bonifica 2 Altovaldarno che ha preso il posto di quello che fino a pochi anni fa era il Consorzio Valdichiana Aretina.  SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 17 AGOSTO 2017