Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caselle in bilico, potrebbe slittare il trasferimento dell'Arezzo

default_image

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Potrebbe slittare il trasferimento dell'Arezzo sui campi delle Caselle. Bloccato dagli abusi edilizi e dalla burocrazia nella struttura che a marzo era stata concessa dal Comune alla società amaranto. Ancora però non è detta l'ultima parola, ma per vedere l'Arezzo (prima squadra e settore giovanile) dentro le Caselle alla fine di agosto, pare che ci vorrà qualcosa che somigli ad un miracolo. La società rappresentata dall'architetto Roberto Felici e il Comune dove al lavoro oltre che l'assessore Lucia Tanti c'è il geometra Giordano Zei, stanno facendo di tutto e di più per risolvere la situazione. Ma di cosa si tratta? Dentro le Caselle ci sono degli abusi edilizi. Che non sono mai stati una novità, ma che ora rischiano davvero di fare saltare tutto. Abusi edilizi costruiti negli anni di gestioni che si sono succedute alla struttura di via Darwin. Ma ora quegli abusi possono essere un grande ostacolo. Se non ci pensano le vecchie gestioni a buttarli giù - ma ricordiamo che c'è sempre in atto un fallimento della società Ut Chimera - ci deve pensare il Comune. Nonostante la grande volontà di tutta l'amministrazione per risolvere la situazione, ciò che impedisce di chiudere in fretta la questione sono i tempi burocratici. Significa che se l'Arezzo aveva programmato di trasferirsi a settembre, potrebbe essere invece costretta a rimandare di alcune settimane.  SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 17 AGOSTO 2017