Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferretti: "Bellucci resta, arrabbiato con la squadra"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ferretti non mette in discussione Bellucci e se c'è qualcuno con cui prendersela quella è la squadra. Il presidente, il giorno dopo il ko con la Pistoiese è arrabbiato: “Ma non con l'allenatore - dice - con la squadra. Perché sono inaccettabili questi cali di concentrazione”. Tanto che la società ha deciso: niente giorni liberi, ma tutti in campo. Così è stato sabato 9 settembre quando l'Arezzo ha ripreso gli allenamenti e così sarà nei prossimi giorni. Ad avere centrato il problema di questo Arezzo sono state le parole di Moscardelli quando a fine gara ha detto: “Dobbiamo tutti darci una mossa”. E la parola mossa è quella che chiede Mauro Ferretti. La prima domanda a 24 ore dal ko contro la Pistoiese - arrivato sui titoli di coda - riguarda proprio l'allenatore Bellucci. Va o resta? Ma Ferretti chiarisce subito: “L'allenatore sulla sconfitta di venerdì 8 settembre non c'entra assolutamente niente. Semmai dobbiamo prendercela tutti con la squadra. Bellucci, rispetto alla partita contro l'Arzachena, è migliorato tanto e contro la Pistoiese, nel primo tempo, l'Arezzo aveva giocato bene. Io sono arrabbiato con i ragazzi, perché non capisco come mai nel secondo tempo questa squadra si trasforma. Ha un evidente calo fisico. Perchè?”.  SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 10 SETTEMBRE 2017