Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grida a Campo di Marte: "Aiuto". Ma è mistero

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ancora urla e richieste di aiuto da Campo Marte. Un episodio, avvenuto intorno alle 22 di domenica 24 settembre, avvolto nell'ennesima testimonianza da choc, i cui contorni sono tutti da definire. Di certo ci sono solo le urla sentite da chi abita tra i palazzi che avvolgono i giardini intitolati a Giuseppe Mancini e da troppo tempo diventati sinonimo di insicurezza. Stanchi, impauriti ma anche preoccupati per il fatto che c'è chi si dispera e urla, a squarciagola, “aiuto”: ecco che tra i cittadini c'è chi si interroga sul perché? “Ancora ho i brividi” racconta una donna. “Ero a casa di amici e abbiamo sentito disperate richieste di aiuto. Dai giardini c'era chi ripetutamente invocava protezione. Sentivamo urlare: ‘aiuto… aiuto' come mai ho sentito”. Aldilà delle chiome degli alberi, che avvolgono Campo Marte, chi si è affacciato non ha potuto vedere molto per capire cosa stesse accadendo. Di colpo però è poi calato il silenzio e a Campo Marte sono sopraggiunte a sirene spiegate le pattuglie delle forze dell'ordine. Evidentemente c'è stato chi ha alzato la cornetta per allertare la centrale operativa della Polizia di Stato e per segnalare l'ennesimo pauroso episodio. Una rissa? Un'aggressione? Una lite furibonda? Sul fatto non ci sono conferme da parte degli inquirenti. Di certo però rimane la paura e un fuggi fuggi. “Di colpo è calato il silenzio. Alcune persone sono scappate”, racconta la donna. All'arrivo delle divise la piazza sembrava spettralmente deserta. Sicuramente c'è stato chi ha avuto la prontezza di comporre il numero di emergenza consentendo un rapido intervento delle forze dell'ordine. Una vicenda da chiarire nei suoi contorni. SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 26 SETTEMBRE