Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cessione Arezzo, ora spunta Tartaglia

Raffaele Tartaglia

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

E' slittata di un giorno l'approvazione del bilancio dell'Arezzo. Prevista per martedì 14 novembre, è invece stata posticipata a mercoledì 15. E' un momento molto importante quello dell'approvazione del bilancio. Saranno ufficializzate le cifre della società che in parte ha già dichiarato il presidente Mauro Ferretti durante la conferenza stampa dello scorso 17 ottobre. L'approvazione del bilancio è il passo prima della cessione della società. Lo aveva detto anche lo stesso sindaco Ghinelli che nel momento in cui ci fosse stato questo passaggio, il successivo sarebbe stata la vendita. E speriamo che alla fine ci sia. Perché a forza di gridare “al lupo, al lupo” quasi non ci crede più nessuno che l'intenzione del presidente amaranto sia sempre quella di disimpegnarsi. Tra un mese ci sarà la scadenza del 16 dicembre quella nella quale Ferretti dovrà pagare gli stipendi. E' chiaro che il patron cercherà di accellerare il tutto per non dovere tirare fuori altri soldi. Ma se l'intenzione è sempre quella di vendere, tra chi è la volata? Tramontata la pista Di Matteo, in queste ore è spuntato il nome di Raffaele Tartaglia, l'immobiliarista romano che pare, nei giorni scorsi, si sia incontrato con il presidente Ferretti. Non sappiamo se sarà lui personalmente, oppure se sia a capo di una cordata, ma potrebbe essere proprio Tartaglia il misterioso imprenditore romano del quale si vociferava nei giorni scorsi. A quale livello sia stato l'incontro non lo sappiamo. Se solo per conoscenza, oppure c'è di più. Mentre però Ferretti fa incontri nella capitale, Riccioli sta seguendo un'altra pista. Quella del nord. Il direttore generale è impegnato con alcuni acquirenti di Brescia.  ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 15 NOVEMBRE 2017