Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vendita Arezzo, spunta una donna

Esplora:

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

E se anche ad Arezzo, come a Siena, ci fosse una donna presidente? E' il colpo di scena, l'ultimo in ordine di tempo che arriva a chiusura di un lunedì dove le voci di nuovo si rincorrono da una parte e dall'altra. E' cominciata la settimana decisiva per il Cavallino. Bene bene o male male. Passano le ore e la barca Arezzo balla sulle onde dell'ottimismo e del pessimismo. Tra chi dice che l'annuncio slitterà ancora verso la fine della settimana e chi invece ribadisce che ormai siamo prossimi. E prossimi significa oggi o domani. Ma andiamo con ordine partendo appunto dall'ultimo colpo di scena. Ovvero la presenza femminile nella trattativa dell'Arezzo. Ovviamente non è sola, ma è appoggiata da un'azienda del nord. Un'azienda forte e solida che lavora anche all'estero. Pare che però non sia dalle parti di Brescia. E' comunque questa donna che sta tirando le fila della trattativa per conto di questa azienda. Una partita che ora sembra si giochi in maniera precisa. L'azienda avrebbe fatto richieste sulla città. Non sappiamo su cosa di preciso, ma qualcuno allo stadio, vociferava che “chi compra ci rifà lo stadio”. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 21 NOVEMBRE 2017