Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Niente peculato con le slot, assolto Gelli Junior

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

I 291mila euro inseriti nelle slot machine sicuramente sono spariti “per strada” nel percorso dal bar alle casse dello Stato, ma quell'ammanco non è “peculato” e per questo motivo Raffaello Gelli, figlio maggiore del defunto Licio, è stato assolto con formula piena dal tribunale di Arezzo. Il pm Angela Masiello aveva chiesto la condanna a 3 anni di reclusione. SLOT, CHIESTA LA CONDANNA PER GELLI JUNIOR (Leggi qui) Ma l'ultimo atto del processo per il caso delle macchinette si è concluso con un nulla di fatto martedì 12 dicembre alla Vela: Gelli Junior è stato assolto. Il primogenito del Venerabile era a giudizio con altri due imputati per una vicenda vecchissima (metà degli anni Duemila) e già in odor di prescrizione, che per anni ha viaggiato tra aule di giustizia, uffici e cancellerie.