Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimbo morto in piscina, è il giorno della sentenza

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Quel giorno i genitori di Stefan pensavano che loro figlio fosse al sicuro, affidato al Campo solare che gli avrebbe fatto passare un'estate di giochi e divertimento: in programma c'era la prima uscita in piscina della comitiva. Invece, a metà mattinata il babbo e la mamma del bambino di 10 anni ricevettero la notizia più agghiacciante: il loro figlio era morto, annegato. BIMBO MORTO IN PISCINA, 3 A PROCESSO (Leggi qui) Gli accertamenti e le indagini precisarono che Stefan era in acqua quando un altro ragazzetto si tuffò in modo scomposto dal bordo della vasca e gli piombò addosso provocandogli una grave lesione all'osso del collo. Così Stefan perse i sensi, andò a fondo anche se l'acqua era bassa e non si riprese. Lo tirarono fuori ma non c'era nulla da fare. Era il primo luglio del 2010. Oggi in tribunale per la tragedia del Crocodile sono attese le conclusioni e la sentenza.  ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI AREZZO DEL 21 DICEMBRE E NELL'EDICOLA DIGITALE