Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rapina col coltello nel negozio "Acqua e Sapone" in piazza Zucchi

piazza Zucchi

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Saione piomba di nuovo nel terrore. Questa volta a balzare agli onori delle cronache una rapina avvenuta in Piazza Zucchi all'orario di chiusura dei negozi. Nel mirino lo shop Acqua e Sapone posizionato nella centralissima piazza crocevia di persone e cuore pulsante del commercio di via Veneto. Diciotto secondi, tanto è bastato al malvivente per entrare nel negozio, puntare un coltello alla gola delle commesse, scappare col malloppo e lasciare nello choc più totale le due ragazze che si sono ritrovate faccia a faccia col rapinatore. Circa 2mila euro l'incasso della rapina. E' accaduto mercoledì 20 dicembre, all'orario di chiusura. "Erano le 19.55 - racconta una delle due vittime - stavamo chiudendo ed eravamo entrambe alla cassa. A un certo punto vediamo entrare questa persona, incappucciata e irriconoscibile: si precipita dietro la cassa, ci punta un coltello contro e si fa consegnare l'incasso della giornata". Il tutto in 18 secondi, dopo che probabilmente ne aveva passati molti di più fuori dal negozio per scrutare bene la situazione. "Dalle telecamere del negozio che lo hanno ripreso - prosegue - si vede che entra dentro nel momento stesso in cui noi estraiamo il denaro dalla cassa. Segno che ci stava pedinando. Entra e ci ordina di consegnare i soldi, noi cerchiamo di resistere in qualche modo, io gli tiro un calcio, la collega cerca di immobilizzarlo". Fino a che non salta fuori il coltello. "Ci ha puntato l'arma contro - racconta ancora choccata - un coltello molto grande, tipo quelli da sub, non ci chiede neanche di aprire la cassa, agguanta i soldi che teniamo in mano e scappa in un baleno". Poi la chiamata al 112 e l'arrivo tempestivo dei carabinieri, non sono ancora le 20. "Ma in quel momento fuori non passava nessuno e in quei due minuti che sono trascorsi prima dell'arrivo dei carabinieri è scappato chissà dove", conferma la ragazza. ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 23 DICEMBRE 2017