Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, i conti lievitano e gli animi si raffreddano

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

A leggere le cifre che accompagnano il bando completo dell'asta per l'Arezzo, si direbbe che questa sia un'operazione da nababbi. I freddi numeri dicono che per chiudere tutta l'operazione dal 16 di aprile fino al 30 di giugno servono un milione e 370mila euro. Cifre che hanno fatto raffreddare un po' gli animi di Giorgio La Cava e di Simone Corradi, i due imprenditori che stanno comunque preparando l'offerta. “I numeri che ci avevano presentato a febbraio-marzo non erano questi, ma più bassi”, dichiara La Cava che ha già messo 100mila euro per l'esercizio provvisorio. “Adesso stiamo rifacendo i conti”. E le cifre dicono che per prendere il Cavallino occorrono diversi soldi fino a giugno. E altrettanti da luglio in poi quando ricomincerà la stagione. La strada è stretta e in salita.  ARTICOLO COMPLETO CON TUTTE LE CIFRE DEL BANDO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DEL 7 APRILE 2018