Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Floro Flores: "Arezzo tornerò, ma non ora"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

"So' Antò” dalla risposta alla domanda successiva passano pochi secondi. Bastano per rivedere il Comunale pieno, l'Arezzo di Gustinetti prima e quello di Conte poi. Piero Mancini in tribuna, Ermanno Pieroni seduto accanto. Bastano per quei brividi che tutti sappiamo non tornano, ma se tornano. “Eh è dura”, ci risveglia Antonio Floro Flores. Il bomber che segnò 28 gol con la maglia dell'Arezzo in due stagioni, è rimasto sempre uguale. E proprio per questa sua umiltà e per il suo grande amore nei confronti di Arezzo, che subito ci dice: “So che il mio nome sta circolando, ma io non voglio prendere in giro i tifosi e per questo dico loro che la trattativa è difficilissima e non è affatto semplice un mio ritorno ad Arezzo. Non voglio illudere nessuno, specialmente una città che io considero la mia culla. Mi piacerebbe chiudere qua la mia carriera o magari tornare come dirigente o allenatore. Io amo Arezzo". ARTICOLO IN EDICOLA SUL CORRIERE IL 24 LUGLIO 2018