Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Consigliere celebra matrimoni gay, insultato sul web

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Una foto scattata subito dopo la cerimonia, insieme alla coppia gay che arriva dall'Olanda. Un pensiero semplice ad accompagnare la pubblicazione sul web ed ecco che arrivano i primi insulti. Angelo Rossi, consigliere comunale gruppo misto ad Arezzo, fa spallucce. Cancella e banna i mittenti. “Non è la prima volta che mi succede e non sarà nemmeno l'ultima”, sottolinea. Da quando ha accettato di celebrare unioni omosessuali, non è stato risparmiato dai soliti leoni della tastiera che però stavolta non si nascondono dietro uno pseudonimo, ma hanno anche un nome e un cognome. Ieri tra i commenti alla foto che auguravano felicità agli sposi, ne spiccavano due. Il primo diceva: “Vergognati” e l'altro “che pena” ai quali seguivano commenti di risposte. “Prendo atto che esistono anche queste persone - sottolinea Angelo Rossi - Quasi non ci faccio più caso. Ormai è diventata un'abitudine (brutta) che ogni volta che posto una foto dopo un'unione gay, ci siano commenti omofobi”. Ma il consigliere di fronte a queste provocazioni e spesso offese, fa spallucce e va avanti: “Non mi interessa quello che possono pensare gli altri. Ciò che mi possono scrivere. Io continuerò a celebrare le unioni gay. Se dò noia a qualcuno, pazienza”.  ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 19 AGOSTO 2018