Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Chiede il biglietto, multata sul bus

default_image

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Totò diceva: “E io pago” e così, alla fine, farà anche il babbo della ragazzina multata sull'autobus nonostante avesse chiesto di fare il biglietto. Invece la 14enne ha rimediato una multa di 42 euro, 40 in più rispetto al prezzo del biglietto che avrebbe dovuto pagare se l'autista lo avesse avuto. “Pago - dice il babbo - Ma farò ricorso”. “Lo valuteremo - replica il presidente di Tiemme, Massimiliano Dindalini - E vedremo se ci saranno gli estremi perché venga accolto”. Il padre della ragazzina che abita ad Arezzo, si basa sul verbale che le è stato fatto dove si legge che lei aveva chiesto il biglietto all'autista, ma che gli aveva risposto di essere sprovvisto. “Mia figlia è salita nel tratto che va da San Leo fino in centro ad Arezzo - racconta il babbo - Appena sull'autobus ha detto all'autista di non avere il biglietto e se poteva farlo a bordo, come è scritto anche sul sito di Tiemme”. “Però a rischio e pericolo degli utenti - ribatte Dindalini - perché non tutti gli autisti hanno i biglietti”.  ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 25 SETTEMBRE 2018