Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arriva la app che "spia" il figlio a scuola

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ragazzi la campanella è suonata. E' finito il tempo di marinare la scuola. Il registro elettronico, al liceo artistico Piero della Francesca, da quest'anno è stato sostituito da una app che tutti i genitori possono scaricare sul proprio smartphone e aprire ogni volta che pare a loro. Risultato? Una sorta di grande fratello che veglia sui 1300 alunni (dalle medie fino alle superiori) dall'ingresso fino all'uscita delle lezioni. A spiegare in che cosa consiste è il preside Luciano Tagliaferri. “La app - dice - rispetto al registro elettronico è più immediata. Non serve avere un computer per aprire il registro, basta un qualsiasi cellulare e qualunque genitore può vedere se suo figlio è entrato a scuola, se è stato interrogato, i voti che ha preso. Tutto e subito”. Uno strumento che non servirà solo ai genitori. “Presto anche gli studenti avranno una loro app - spiega il preside Tagliaferri - A loro servirà per guardare i compiti, per scaricare il materiale che mettono gli insegnanti. E anche loro, come le famiglie, lo potranno fare da qualsiasi parte si trovano. In treno, in autobus, a casa, per la strada”. Da quest'anno c'è un'ulteriore novità. Quella del badge a punti.  ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 26 SETTEMBRE 2018