Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Senza casa né lavoro, offerta choc: "Vendo un rene"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

“Sono disperata e vendo un rene, anche domani se qualcuno lo vuole. Costa 300 mila euro”. A lanciare questo disperato appello, che in realtà è una provocazione visto che in Italia la vendita di organi è illegale, è una donna di 62 anni. Nata a Montevarchi, vive a Siena da quando ne aveva 20. E' rimasta senza casa dopo che ha perso il lavoro, pensava di aver diritto alla pensione ma ha “solo” 34 anni di contributi, non 36 come credeva. Le mancherebbero, quindi, pochi mesi di lavoro: “Ma sono troppo vecchia, nessuno mi vuole”. Ci sarebbe il reddito di cittadinanza, ma anche in questo caso Stefania, questo il nome della donna, ha ricevuto un no: “Per averlo ho bisogno di una residenza. Ma io non ho soldi per ricaricare il telefono, figuriamoci per l'affitto. Vivo ospite di un'amica a Torrita di Siena”. Servizio completo sul Corriere di Arezzo del 5 marzo