Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vanno all'asta gli ex palazzi Mancini

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Chiunque percorra via dei Carabinieri se lo chiede. Sempre. “Ma gli ex palazzi di Piero Mancini, che fine faranno?”. Cattedrali nel deserto, da anni abbandonati. Tre terminati e uno da completare. A due passi dal centro della città. Ora quei fantasmi di cemento e vetro andranno all'asta. Ci erano già andati, nel gennaio scorso. Ma l'asta è andata deserta. Cinque milioni di euro il prezzo base. Ad aprile ci sarà il nuovo appello. Prezzo ribassato, quattro milioni. Uffici e abitazioni ci potrebbero sorgere. Così come sarebbe stato il progetto iniziale affidato alla ditta Mbf di Piero Mancini, l'ex presidente dell'Arezzo. Ci doveva nascere, a suo tempo - si parla dei primi anni Duemila, quando Mancini era presidente amaranto - anche un centro commerciale. Niente di tutto questo ha mai visto la luce. Inghiottiti dal fallimento, come il patrimonio dell'ex patron dell'Arezzo che è andato tutto nelle mani del tribunale. Per anni le quattro costruzioni sono rimaste in balia di tutto. ARTICOLO IN EDICOLA SUL CORRIERE IL 25 MARZO