Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aretino inventa le luminarie per Lucio Dalla

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

C'è anche la firma di un aretino, Giancarlo Campolmi, nelle luminarie in Via D'Azeglio a Bologna dedicate a Lucio Dalla. “Mi venne l'idea tre anni fa, ma non c'erano soldi - racconta - Avrei voluto rendere omaggio a Lucio che qua a Bologna e soprattutto in questa strada dove abitava, era uno di noi”. Giancarlo, 47 anni, è titolare del Gran Bar proprio di fronte all'abitazione di Dalla. “Ogni giorno passava dal nostro bar. Si metteva a sedere, parlava di tutto. Una compagnia quotidiana”. E quest'anno quando i soldi per dare vita all'idea di Giancarlo, sono arrivati è stata una festa in onore di Lucio. “Insieme a Simone Dionisi e Tiziano Corbelli e a tutti i commercianti di via D'Azeglio - racconta Giancarlo - abbiamo ideato le luminarie. Le parole scelte sono quelle della canzone ‘L'anno che verrà', perché le abbiamo messe a Natale e perché tutti l'abbiamo cantata”. Ma dietro il rapporto con Dalla anche una storia legata all'Arezzo, di cui Giancarlo è tifosissimo. ARTICOLO IN EDICOLA SUL CORRIERE IL 30 MARZO 2019