Il mistero del no a Vicenza

Ma Arezzo Fiere non è BancaEtruria

22.01.2017 - 13:07

0

Non sarà un’altra BancaEtruria. E quella di continuare ad operare da sola o affidare per quattro anni la gestione dei suoi fiori all’occhiello, Oro Arezzo e Gold Italy,  ad un gigante dell’expo, come Ieg,  secondo gruppo fieristico italiano che fattura 123 milioni all’anno,  sarà una scelta  autonoma di Arezzo Fiere. Che, se accettare la proposta  di Vicenza e Rimini, i due soci di Ieg, non lo deciderà come fece BancaEtruria che rifiutò l’Opa della Popolare vicentina senza sentire il parere dell’assemblea dei soci. A prendere una decisione storica per il Polo fieristico di via Spallanzani non sarà il suo presidente, Andrea Boldi,  che al progetto con Ieg lavora almeno da due anni. Non sarà neppure il cda: sarà l’assemblea dei soci, rinviata a giovedì, proprio perché in prima convocazione erano assenti  due soci istituzionali come Regione e Comune di Arezzo. Una decisione che, qualunque sia,  una volta tanto, sarà frutto  di una strategia comune su uno dei perni attorno ai quali ruoterà il futuro dell’economia aretina. Che ci sia la volontà di arrivare ad una svolta condivisa, lo prova proprio il confronto sul campo, prima ancora che sulle carte, voluto dal sindaco Ghinelli che è andato sul campo di battaglia di OroVicenza, dove a lanciare la sfida per la ripresa del settore ci sono, tra 1500 espositori, anche 300 aziende orafe aretine. “Ho trovato  - ha detto Ghinelli incontrando gli orafi aretini – un clima positivo. Si percepisce con chiarezza che il settore  ha tutta  la volontà di reagire alla crisi. Innovazione, mercati internazionali, e valorizzazione del made in Italy  sono oggi i temi più sentiti dai nostri orafi, disposti a fare sistema per raggiungere gli obiettivi. Legittimo il timore di una perdita d’identità, ma la consapevolezza di una prospettiva di sviluppo e di crescita è immagine di un settore maturo e responsabile”. Il timore di una perdita di identità è quello di chi, come il sindaco Ghinelli,  ha posto come prima condizione per l’ok al progetto con Ieg la pemanenza di Oro Arezzo e Gold Italy  nel polo fieristico di via Spallanzani a tempo indeterminato.  Sono in definitiva le stesse perplessità  che, prima di dare l’ok alla aggregazione con Rimini in Ieg, aveva un anno fa il sindaco di Vicenza, Achille Varati. Lo ha confessato a Ghinelli in un colloquio diretto proprio in fiera a Vicenza, finendo per ammettere che neppure Vicenza, da sola, avrebbe mai potuto ospitare 1500 brand e accogliere nei padiglioni 400 buyers, come bilancio dell’edizione 2016 di Vicenza Oro, la prima gestita da Ieg. Quello che non riuscì tra BancaEtruria e  la Popolare di Vicenza,  è del resto ormai riuscito ad Oro Arezzo e Vicenza Oro: che un anno fa, davanti all’allora sottosegretario Calenda, siglarono  una alleanza attesa da anni dagli operatori del settore per non sovrapporsi nel calendario e per incrementare così il numero di comuni espositori. “Una decisione dettata dai tempi,  che scavalca i localismi e permette di coordinare le forze”. Fu il commento dell’allora presidente di Fiera Vicenza, Matteo Marzotto, ora vicepresidente di Ieg. E il sindaco Ghinelli, ieri ha incontrato anche Matteo Marzotto, oltre che il presidente e il direttore generale di Ieg, Lorenzo Cagnoni e Corrado Facco.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini a Maranello saltella sul coro "Chi non salta comunista è"

Salvini a Maranello saltella sul coro "Chi non salta comunista è"

(Agenzia Vista) Maranello, 18 gennaio 2020 Salvini a Maranello saltella sul coro "Chi non salta comunista è" Il leader della Lega Matteo Salvini sul palco di un comizio a Maranello in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. /courtesy Facebook Matteo Salvini Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Salvini: "Grazie a tutte le mamme che spesso suppliscono alle assenze dei papà"

Salvini: "Grazie a tutte le mamme che spesso suppliscono alle assenze dei papà"

(Agenzia Vista) Maranello, 18 gennaio 2020 Salvini: "Grazie a tutte le mamme che spesso suppliscono alle assenze dei papà" "Grazie a tutte le mamme che spesso suppliscono alle assenze dei papà". Così il leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto dal palco di un comizio a Maranello in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. /courtesy Facebook Matteo Salvini Fonte: Agenzia Vista / ...

 
Salvini: "Ogni tanto ci contestano cantando Bella Ciao con il rolex al polso, sanno solo insultare"

Salvini: "Ogni tanto ci contestano cantando Bella Ciao con il rolex al polso, sanno solo insultare"

(Agenzia Vista) Maranello, 18 gennaio 2020 Salvini: "Ogni tanto ci contestano cantando Bella Ciao con il rolex al polso, sanno solo insultare" "Ogni tanto ci contestano cantando Bella Ciao con il rolex al polso, sanno solo insultare". Così il leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto dal palco di un comizio a Maranello in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. /courtesy Facebook ...

 
Sinisa Mihajlovic a Verissimo, lacrime per il papà e un abbraccio a Ibrahimovic

In tv

Sinisa Mihajlovic a Verissimo, lacrime per il papà e un abbraccio a Ibrahimovic

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, a Verissimo. Il tecnico che combatte da alcuni mesi la battaglia contro la leucemia, si è confidato con Silvia Toffanin. Per ...

18.01.2020

Video Valeria Marini sbarca su Tik Tok in versione super sexy. Poi replica le immagini su Instagram

Social

Video Valeria Marini sbarca su Tik Tok in versione super sexy. Poi replica le immagini su Instagram

Anche Valeria Marini sbarca su Tik Tok e ovviamente lo fa alla sua maniera, pubblicando un video in cui si propone in versione super sexy. Nel filmato, che viene replicato ...

18.01.2020

Il Cantante mascherato su Rai1, sei rimasti in gara: chi può nascondersi dietro la maschera

Televisione

Il Cantante mascherato su Rai1, sei rimasti in gara: chi può nascondersi dietro la maschera

Seconda puntata di successo per Il Cantante mascherato su Rai1, venerdì 17 gennaio. Svelata l'identità del Barboncino dopo quella dell'Unicorno (rispettivamente Orietta Berti ...

18.01.2020