Ghinelli dentro il Cisternone

Ghinelli dentro il Cisternone

12.03.2017 - 13:09

0

Se quello della Fortezza Medicea, costruita da un esperto del ramo come il Sangallo per volere di Cosimo I, fu un lavoro per architetti. Se è stato sempre un architetto, Maurizio De Vita, direttore del dipartimento di restauro della facoltà di architettura di  Firenze, a prendere in consegna l’eredità del Sangallo per restituire alla città la Fortezza restaurata, da domani e per tre giorni sono gli ingegneri a prendersi la rivincita. Tocca a loro calarsi nel ventre molle della Fortezza, per un consulto da chirurghi sullo stato di salute del Cisternone, un serbatoio in cemento armato di 40 metri per 40 per un’altezza tutta da verificare, ma non inferiore a sei metri, come un polmone che pulsa sotto il terrapieno  spianato in cima alla Fortezza da Cosimo de’ Medici per nasconderci le rovine dei palazzi nobiliari demoliti e per meglio tenere sotto tiro la città  appena conquistata. Non un lavoro da architetti, quello che domani comincia in Fortezza, ma un lavoro appunto da ingegneri, come ingegnere era chi fece bene i calcoli cinquanta anni fa per scavare e armare di cemento il Cisternone capace di raccogliere 10 milioni di litri di acqua e di distribuirli a caduta su una città che ora ha 100mila abitanti, ma che allora ne aveva poco più della metà. Previdente l’ingegnere, Mario Coradeschi, che lo progettò, ma previdenti anche gli ingegneri  che, una volta svuotato, martedì si caleranno dentro il Cisternone per una diagnosi sulla capacità di tenuta non tanto delle pareti, quanto della copertura. Non una ricognizione come le altre, ma per raccogliere dati e poi  mettersi al tavolo per fare altri calcoli. Da ingegneri e da esperti di sicurezza. Ingegnere il collaudatore, Leonardo Paolini, ingegnere l’amministratore delegato di Nuove Acque, Francesca Menabuoni,  ingegnere Antonella Fabbianelli, direttore comunale delle opere pubbliche e manutenzione. Ingegnere il sindaco Ghinelli che non poteva perdere  questa occasione per scendere con l’elmetto nel cuore della Fortezza e fare anche lui i suoi calcoli.  In fondo toccherà al sindaco ingegnere inaugurare la platea e il palcoscenico del teatro all’aperto progettato dall’architetto sulla sommità della Fortezza restaurata. Una platea di spettatori proprio sopra il Cisternone che negli anni ha sì sopportato tanti pesi, come quello delle ruspe durante i lavori di restauro, per non dire di quello delle partite di calcio tra chi marinava la scuola, ma ora si tratta di capire se può sopportare il peso di mille spettatori. Dopo averlo capito, e prima di dare il via alle stagioni estive in Fortezza, la sicurezza impone un altro lavoro, questo sì da architetti, visto che a progettarlo è stato lo stesso erede del Sangallo: il terzo accesso in Fortezza, dal Bastione del Belvedere, ricavato sulle ferite delle mine napoleoniche. Ci vorranno 640mila euro, ma la metà è già stata coofinanziata dalla Cassa di Risparmio di Firenze.  Da troppo tempo, perché non sia arrivato il momento di cominciare i lavori. Sempre che non arrivino brutte notizie dal consulto degli ingegneri dentro il cisternone.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

(Agenzia Vista) Roma, 21 settembre 2019 Meloni critiche Di Maio Orban ha fatto una fotografia della realta' italiana, se si vergogna non dovrebbe farne parte Il primo ministro dell'Ungheria Viktor Orban è stato il protagonista della seconda giornata di Atreju all'Isola Tiberina, la kermesse promossa da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Il premier ungherese, accolto calorosamente dai ...

 
Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

(Agenzia Vista) Roma, 21 settembre 2019 Meloni critiche Di Maio Orban ha fatto una fotografia della realta' italiana, se si vergogna non dovrebbe farne parte Il primo ministro dell'Ungheria Viktor Orban è stato il protagonista della seconda giornata di Atreju all'Isola Tiberina, la kermesse promossa da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Il premier ungherese, accolto calorosamente dai ...

 
Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

(Agenzia Vista) Roma, 21 settembre 2019 Meloni critiche Di Maio Orban ha fatto una fotografia della realta' italiana, se si vergogna non dovrebbe farne parte Il primo ministro dell'Ungheria Viktor Orban è stato il protagonista della seconda giornata di Atreju all'Isola Tiberina, la kermesse promossa da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Il premier ungherese, accolto calorosamente dai ...

 
Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

Meloni: "Parole Di Maio? Orban ha fatto fotografia dell'Italia"

(Agenzia Vista) Roma, 21 settembre 2019 Meloni critiche Di Maio Orban ha fatto una fotografia della realta' italiana, se si vergogna non dovrebbe farne parte Il primo ministro dell'Ungheria Viktor Orban è stato il protagonista della seconda giornata di Atreju all'Isola Tiberina, la kermesse promossa da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Il premier ungherese, accolto calorosamente dai ...

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019