Tutti a Castelsecco con Mecenate

Tutti a Castelsecco con Mecenate

04.06.2017 - 12:09

0

Una passeggiata che ha tutta l’aria di un pellegrinaggio:  ma prima di mettersi in cammino verso il santuario degli Etruschi a Castelsecco, serve una visita stamattina alle 9  in sagrestia: quella dei reperti del santuario conservati al Museo archeologico intitolato a Gaio Cilnio Mecenate, aretino di famiglia etrusca prima di diventare primo ministro dell’imperatore Ottaviano, insomma il primo premier aretino a Roma.  E’ difficile escludere che pure lui, prima di andare a Roma, ogni tanto sia salito in cima alla collina di San Cornelio ad onorare i suoi dei, Tinia e Uni, il Giove e la Giunone dei romani,  ai quali era dedicato almeno un tempio. Di certo al tempio di Uni, dea giunonica della fertilità e della maternità,  c’era la fila delle antiche partorienti aretine che ne invocavano la protezione, a loro e al nascituro, non senza aver lasciato a Uni un piccolo voto: mini statue votive di bambini con fasce, in gran parte ritrovati sulla base del tempio e oggi conservati al Museo Mecenate. Insieme ad un frammento di pietra dell’altro tempio sul quale, per quel poco che si conosce delle scritture etrusche, c’è inciso appunto “Tinia”. Ma, alla fine del pellegrinaggio di stamattina, in cima alla collina etrusca,  e  durante la visita guidata, ci penseranno le guide ad entrare in tutti i dettagli del santuario.  Di certo i pellegrini troveranno una bella accoglienza da parte dell’associazione Castelsecco, i cui soci, guidati dal presidente Mario Bruni,  incuranti del sole cocente, hanno fino a ieri steso i tappeti: tagliando l’erba, installando preziosi cartelli indicatori, sradicando con falce e decespugliatore gli sterpi che nascondono la vista della più imponente muraglia etrusca d’Italia. Di certo le mura più imponenti di tutti i tempi aretini, prima che Cosimo de’ Medici le sfidasse con la Fortezza, con intenti ben diversi da quelli delle mura ciclopiche che sostengono il santuario di Castelsecco,  e che senza l’aiuto di Tinia, gli etruschi aretini mai ce l’avrebbero fatta a realizzare a secco mettendo uno sopra l’altro enormi blocchi  di pietra squadrata. Pietra  che – a testimoniarlo è Silvia Vilucchi, responsabile per la provincia di Arezzo della soprintendenza archeologica della Toscana-  per fortuna dei muratori era cavata in loco.  Ma è proprio sull’affaccio al muraglione che Castelsecco conserva ancora il suo tesoro, ben nascosto e protetto sotto uno strato di terra. E’ il teatro che non -mancava mai accanto ai santuari etruschi e che – fa sempre testo Silvia Vilucchi-  fu progettato e realizzato contestualmente alle mura ciclopiche. E’ su quei gradini, oggi coperti-e protetti dalle incursioni notturne – che gli etruschi mettevano in scena le loro rappresentazioni sacre. Ma non è detto che ogni tanto si facessero prendere la mano e si dessero allo spettacolo teatrale di moda a quei tempi, le tragedie greche. Proprio quelle, come la Medea,  che in una suggestiva serata di pochi anni fa è andata in scena- davanti alla cavea che tradisce la presenza del teatro,  gremita di spettatori. Mario Bruni non nasconde la più grande ambizione dell’Associazione Castelsecco, nata sì per riqualificare e valorizzare un patrimonio storico, paesaggistico e culturale “insieme – dice Silvia Vilucchi – ad una identità smarrita”, nata sì per farlo per gradi, ma con l’obiettivo finale di riportare alla luce il tesoro nascosto.  “Il suo recupero – avverte Silvia Vilucchi – rafforzerà il senso della sacralità del luogo: sarà un punto di incontro per una riflessione comune sui valori dell’identità”. Che è anche quella della partorienti aretine con in mano una statua votiva per  Uni. Due secoli prima di Cristo. Mica potevano portare una candela alla Madonna.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Renzi: video diffamante contro miei figli, denuncio

Coronavirus, Renzi: video diffamante contro miei figli, denuncio

Roma, 3 apr. (askanews) - Un video amatoriale che riprende da lontano Matteo Renzi e alcuni suoi familiari mentre giocano a volley in giardino. Nel filmato una voce fuori campo commenta che a giocare sono "il figlio e gli amici del figlio di Renzi" "portati al campo dalla scorta" del politico fiorentino. Il leader di Italia Viva denuncerà la persona che ha realizzato il video con lo smartphone. ...

 
Coronavirus, la Marina licenzia il capitano che salvato l'equipaggio. Saluto da brividi dei suoi ragazzi
STATI UNITI

Coronavirus, la Marina licenzia il capitano che salvato l'equipaggio. Saluto da brividi dei suoi ragazzi

L'ultima missione rimarrà nella storia. Con centinaia di marinai, a bordo della portaerei Theodore Roosevelt, ad applaudire il capitano Brett Crozier. Il comandante che ha sacrificato la sua carriera navale scrivendo una lettera di fuoco ai suoi superiori lanciando un appello per il suo equipaggio contagiato dal Coronavirus e fermo al largo di Guam, in Micronesia. Nella missiva la richiesta di ...

 
Coronavirus, gli studenti italiani bloccati in Honduras sono arrivati in Italia
Buona notizia

Coronavirus, gli studenti italiani bloccati in Honduras sono arrivati in Italia

I 34 studenti italiani bloccati in Honduras dall'emergenza Coronavirus, sono arrivati in Italia.  L'aereo che da Francoforte li ha trasferiti a Roma è atterrato al tramonto. E' stata una lunga odissea quella degli studenti che si trovavano in Honduras per una vacanza studio che sarebbe dovuta durare un anno. Tra loro anche due senesi, Roberta Gambassi e Ginevra Brogi, ed una di Montevarchi, ...

 
La musica rock di Vasco Rossi contro il virus: i dischi del Comandante indossano la mascherina
Social

La musica rock di Vasco Rossi contro il virus: i dischi del Kom con la mascherina

La musica di Vasco Rossi al tempo del Coronavirus? Indossando rigorosamente la mascherina. Il rocker italiano continua la sua battaglia sui social contro il Covid-19. Nei giorni scorsi ha postato un nuovo video particolarmente significativo, che pubblichiamo. Le immagini ripropongono le copertine di alcuni suoi storici dischi in cui è ritratto. Indossa però puntualmente la mascherina, ovviamente ...

 
Amici 2020 serale, Javier fa la dedica a una donna speciale per uno dei premi conquistati in finale

Talent

Amici 2020 serale, Javier fa la dedica a una donna speciale per uno dei premi conquistati in finale

Javier non ha vinto, ma è stato uno dei grandi protagonisti di Amici 2020 serale di Maria De Filippi. Il ballerino si è battuto fino alla fine con Gaia Gozzi che poi ha vinto ...

04.04.2020

Amici 2020 serale, chi è Gaia Gozzi che ha trionfato nel talent. Vita professionale e privata

Televisione

Amici 2020 serale, chi è Gaia Gozzi che ha trionfato nel talent. Vita professionale e privata

Gaia Gozzi ha vinto Amici 2020 serale. Una voce che ha incantato pubblico e critica nella finale di ieri, venerdì 3 aprile e che è finita a notte fonda. Gaia è nata il 29 ...

04.04.2020

Amici 2020 serale, Javier vince il premio della critica nella finale che ha visto trionfare Gaia

Talent

Amici 2020 serale, Javier vince il premio della critica nella finale che ha visto trionfare Gaia

Amici 2020 serale, ha visto la vittoria di Gaia. La cantante si è battuta con Javier nella finalissima. Gli altri due finalisti erano stati eliminati in precedenza: Nicolai e ...

04.04.2020